Mal di schiena cronico

cause e opzioni per il trattamento

La lombalgia cronica è uno dei disturbi più comuni in Italia. Si stima che più della metà della popolazione soffra di mal di schiena almeno una volta l’anno. Ne sono colpite persone di ogni età.

Le cause della lombalgia cronica sono diverse. Il mal di schiena inizia solitamente con un evento acuto come uno sforzo eccessivo, un movimento scorretto, o una lombalgia acuta. Con un trattamento mirato del dolore acuto nella regione lombare, le persone interessate vengono in genere liberate dal dolore in poco tempo.

Stress, mancanza di esercizio fisico, posture scorrette, eccessiva tensione in conseguenza di attività fisiche particolarmente impegnative, infortuni muscolari non guariti o ernie del disco sono alcune delle cause all’origine del dolore cronico nella regione lombare. Il mal di schiena cronico si sviluppa spesso in seguito a lombalgia. In caso di lombalgia, si ha la repentina comparsa di un dolore acuto e intenso all’altezza delle vertebre lombari che può irradiarsi fino alle gambe. Questo dolore può essere accompagnato da paralisi e intorpidimento delle gambe e da limitazione del movimento. Le persone colpite rimangono bloccate nella posizione in cui si trovano, senza essere in grado di raddrizzarsi. Tutti i muscoli della colonna vertebrale lombare sono tesi in uno spasmo. Il conseguente dolore, a sua volta, aumenta la tensione portando all’insorgenza di mal di schiena lombare cronico.

Dolore cronico nella regione lombare

I medici definiscono come dolore cronico il dolore che persiste per un periodo superiore a 12 settimane o che si presenta per almeno la metà dei giorni di un anno.

Il dolore cronico può evolversi in una patologia a sé stante. In questo contesto si parla spesso di “memoria del dolore”. Il dolore assume una forma indipendente e persiste, indipendentemente dalle cause. Ciò significa che il mal di schiena diventa un peso costante che grava sulla vita di tutti i giorni, condizionando in modo significativo il benessere emotivo e la qualità di vita delle persone colpite. Proprio per questa ragione è assolutamente importante consultare un medico quando si viene colpiti da mal di schiena acuto, anche se ciò si verifica una sola volta, e iniziare immediatamente il trattamento.

Se il mal di schiena si presenta con una frequenza maggiore, o con forti livelli di intensità, è importante sottoporsi a esami medici al fine di stabilire la causa e alleviare il dolore. In presenza di sintomi concomitanti quali intorpidimento o paralisi delle gambe, e problemi urinari o intestinali, è opportuno consultare immediatamente un medico.

Come diagnosticare il mal di schiena cronico

Sono diversi i sistemi diagnostici utilizzabili per determinare la causa del dolore cronico nella regione lombare. La base di ogni diagnosi è un colloquio approfondito con il medico nel corso del quale vengono discussi i sintomi; segue la visita. A seconda della tipologia e della durata del mal di schiena, vengono utilizzate tecniche di imaging quali ultrasuoni, raggi X, TC, RM o esami del sangue.

Trattamento della lombalgia

Per ridurre il dolore in modo rapido ed efficace, vengono somministrati degli antidolorifici. Inoltre esercizio fisico, trattamenti a caldo e fisioterapia contribuiscono di norma a ridurre i sintomi.

Il riposo a letto non è più raccomandato come soluzione generale per tutti i casi di dolore lombare. Solo nei casi in cui il dolore è particolarmente forte e dipende dal movimento si prescrive il riposo a letto per un massimo di quattro giorni.

Come regola di base, il movimento fisico deve essere ripreso il più rapidamente possibile al fine di sciogliere la tensione muscolare. I fisioterapisti iniziano il trattamento con esercizi mirati e con massaggi, e aiutano le persone colpite a riacquistare la mobilità guidandole lungo questo percorso. In molti casi si rende necessaria un’appropriata terapia del dolore per consentire alle persone di riprendere anche semplicemente a muoversi, contribuendo così in modo significativo al successo della terapia.

Come prevenire il mal di schiena

Gli elementi più importanti in caso di mal di schiena cronico sono i farmaci antidolorifici, il movimento e la fisioterapia. Le stesse persone che soffrono di mal di schiena possono fare molto per rimanere libere dal dolore sul lungo periodo.

Ad esempio, al fine di sviluppare e rinforzare i muscoli, è opportuno rendere l’attività fisica una parte integrante della routine giornaliera. Questo aspetto è di particolare importanza in quanto uno stile di vita sedentario, attività fisiche impegnative, e i movimenti ripetitivi contribuiscono in modo significativo allo sviluppo del mal di schiena cronico nella regione lombare.

Oltre a un regolare esercizio fisico, si raccomanda di integrare delle piccole attività nella vita di tutti i giorni, ad esempio andare a lavorare in bici, o utilizzare le scale anziché l’ascensore.

Una variazione delle abitudini alimentari allo scopo di ridurre il peso corporeo può aiutare le persone in sovrappeso, escludendo uno dei fattori di rischio per il mal di schiena.

La riduzione dello stress, l’adozione di una corretta postura quando si sta seduti al lavoro, e l’esecuzione di movimenti corretti per la schiena quando si sollevano o trasportano pesi sono altri fattori che possono contribuire efficacemente a prevenire il mal di schiena.

Sollievo dal dolore e prevenzione mediante ortesi per la schiena

Le ortesi medicali per la schiena possono offrire un supporto efficace nel trattamento del mal di schiena cronico nella regione lombare e nella prevenzione del dolore recidivante.

Le ortesi per la schiena come LordoLoc e LumboLoc di Bauerfeind scaricano e stabilizzano la colonna vertebrale lombare.

L’ortesi per la stabilizzazione LordoLoc stabilizza la colonna vertebrale lombare ed è comoda da indossare grazie alla sua struttura particolarmente sottile. Questa ortesi è dotata di due cinturini e si adatta alla perfezione alla zona lombare della schiena. Le stecche del corsetto sono integrate in corrispondenza dell’area lombare della colonna vertebrale. Queste stecche leggere in acciaio inossidabile supportano i muscoli della schiena quando non è possibile attivarli in modo sufficiente. Questa ortesi per la schiena offre un elevato grado di comfort ed è facile da indossare.

L’ortesi per la stabilizzazione LumboLoc raddrizza la colonna vertebrale lombare e scarica i dischi intervertebrali. Questa azione è garantita dalle stecche in alluminio regolabili individualmente e integrate nella parte posteriore dell’ortesi. Sul lato anteriore, la chiusura velcro consente di regolare in modo personalizzato la pressione sulla colonna vertebrale lombare. LumboLoc è facile da indossare, comoda e si adatta perfettamente grazie alle diverse possibilità di regolazione personalizzata.