Ginocchio e rotula

Informazioni utili sui dolori alle ginocchia, sul legamento crociato rotto e simili

Una fitta improvvisa al ginocchio, un passo falso... Sono davvero tante le cause dei dolori alle ginocchia. In queste pagine troverete informazioni utili sul tema della salute delle ginocchia, sui quadri clinici più frequenti nonché sull’artrosi del ginocchio, sulla triade di O'Donoghue o sul comune legamento crociato rotto. Siamo lieti di fornirvi consigli utili circa i temi del “ginocchio e della rotula”. Infatti, “Motion is Life” è la filosofia che abbiamo abbracciato da sempre, promuovendo in ogni occasione uno stile di vita attivo e vitale. Cosa c’è di peggio dell’immobilità? Niente! Restate quindi in forma, agili e in salute... e buon divertimento con il nostro dossier incentrato sulle ginocchia!

Il vostro team di esperti Bauerfeind

Statement Dottore

Gli infortuni e le patologie che interessano più di frequente le ginocchia

Dolore al ginocchio:

le cause del dolore al ginocchio sono molteplici, dall’usura al sovraccarico.

Crociato rotto / rottura del legamento crociato:

l’incubo di ogni sportivo, messo in ginocchio dalla rottura del legamento crociato.

Stati infiammatori del tendine rotuleo:

dolorosi e di lunga e difficile guarigione. Cosa fare in caso di infiammazione del tendine rotuleo?

Artrosi del ginocchio / gonartrosi:

rigidità degli arti inferiori, difficoltà di movimento? L’artrosi del ginocchio viene spesso scoperta troppo tardi, nonostante i rimedi siano molti.

Dolori alla rotula:

fitte e pressioni a ogni passo, anche brevi tragitti vi pesano? I problemi alla rotula sono molto diffusi.

Statement Nowitzki

Domande frequenti / FAQ

Il bendaggio per il ginocchio non è un accessorio alla moda ma un dispositivo medico che riduce i disturbi, favorendo la guarigione o agendo in funzione preventiva. Per ottenere la massima efficacia, la del bendaggio per il ginocchio deve essere il più precisa possibile, non solo ai fini della vestibilità. La maggior parte dei bendaggi moderni sono dotati di aree di diversa efficacia: comprimono tutta la porzione anatomica, ma l’effetto lenitivo, di sostegno e di massaggio sono riservati ad aree ben precise. Se la posizione del bendaggio per il ginocchio non è corretta, l’azione sulle singole aree non si produce o si produce solo in parte.

Consigliamo quindi vivamente di farsi consigliare da un tecnico esperto(locale negozio di ortopedia) e di far misurare con precisione l’area del ginocchio. Dalla vasta gamma di bendaggi per le ginocchia, pensati per indicazioni diverse, l’esperto seleziona quello che più si addice ai vostri disturbi e alla vostra statura. Andrete così sul sicuro, ottenendo rapidamente i massimi risultati.

Un bendaggio per il ginocchio può essere acquistato anche senza ricetta o prescrizione medica presso un rivenditore specializzato (ad esempio in un negozio di ortopedia o in una farmacia).

Spetta in primo luogo al medico decidere se è un bendaggio o un’ortesi a fare al caso vostro, a seconda dell'indicazione. Ma quali sono le differenze tra un bendaggio ed un’ortesi? Maggiori informazioni sulla differenza tra bendaggio e ortesi.

Dato che i bendaggi per ginocchio stanno a contatto con il corpo e quindi anche con sudore o residui di pelle, devono necessariamente essere lavabili, proprio come i bendaggi attivi Bauerfeind. Il lavaggio è addirittura fondamentale per conservare intatto l’effetto compressivo del tessuto a maglia e mantenere la forma del bendaggio.

Come lavare un bendaggio per il ginocchio? Il lavaggio ideale va effettuato con detersivi per capi delicati e sacchetto a rete, in lavatrice a 30 gradi. Non superare i 500 giri/minuto durante la centrifuga. Asciugare quindi il bendaggio all’aria (preferibilmente evitando i raggi diretti del sole). Evitare, laddove possibile, l’utilizzo di un’asciugatrice o di altri metodi di asciugatura artificiale (ad esempio di riscaldamento) in quanto possono comportare un rapido danneggiamento del tessuto e quindi una minore efficacia. 

Sconsigliamo vivamente di indossare un bendaggio sopra gli indumenti. Così facendo, viene eliminata l’azione propriocettiva del bendaggio e non si riattiva né si allena la motricità sensoriale. Inoltre, gli indumenti attutiscono praticamente del tutto gli effetti positivi dei singoli elementi funzionali. Invece di offrire in un determinato punto un leggero massaggio e in un altro punto un’azione di scarico o pressione, l'indumento viene premuto in modo piuttosto incontrollato contro il ginocchio dolorante. Ciò risulta inefficace e talvolta addirittura doloroso e può portare alla formazione di punti di pressione eccessivi (irritazioni cutanee).

I bendaggi Bauerfeind vengono chiamati anche “bendaggi attivi” e sono pensati per coadiuvare il movimento. È proprio nel movimento che i bendaggi rilasciano la loro efficacia e i lori effetti positivi sull'organismo. Durante il riposo, invece, non è possibile attivare la funzione di massaggio e la compressione variabile. Pertanto, l'impiego notturno non è efficace Consigliamo quindi di indossare i bendaggi di giorno, in fase di attività e di concedere un po' di libertà al proprio ginocchio durante il riposo notturno.