Osteoporosi

Informazioni sulla tematica dell’osteoporosi

Più si avanza con l’età e più diventa importante prendersi cura della propria salute prevenendo eventuali disturbi.

Negli ultimi anni, la misurazione della densità ossea è entrata a far parte dei controlli medici che si effettuano di routine dopo una certa età. E questo è un dato positivo, in quanto l’osteoporosi è una patologia legata all’età, senza effetti visibili all’esterno del corpo ma le cui conseguenze, in molti casi, vengono avvertite solo quando la malattia è già ad uno stadio particolarmente avanzato. I dolori alla schiena sono spesso un primo segnale dell’osteoporosi che, causando la deformazione delle ossa porose, nel peggiore dei casi ne determina anche la frattura. Nella nostra informativa sull’osteoporosi abbiamo raccolto diversi elementi interessanti sul tema, che vi potranno aiutare a comprendere meglio questa malattia, evidenziando al tempo stesso l’importanza di un’individuazione precoce. Agire per tempo consente infatti di contrastare gli effetti dannosi della malattia, prevenendone l’accentuarsi ad esempio mediante l’utilizzo di una valida ortesi.

Il vostro team di esperti Bauerfeind AG

Osteoporosi nella zona della colonna vertebrale

Osteoporosi della colonna vertebrale

Quando la densità ossea si riduce, gli effetti si avvertono anche sulla schiena. Come conseguenza si producono delle alterazioni della colonna vertebrale.

Cifosi - gobba della vedova

Rundrücken/Witwenbuckel

Dolore alla schiena, tensioni muscolari ed una postura incurvata possono risultare forti elementi di disturbo nella vita quotidiana.

Osteoporosi - l’ortesi come elemento fondamentale della terapia

Orthesen bei Osteoporose

Esistono dei dispositivi medicali che supportano il mantenimento di una postura eretta e che possono avere un importante effetto di riduzione del dolore.

Osteoporosi

Osteoporose

Osteoporosi significa riduzione della densità ossea, come diffusamente noto. Ma cosa comporta esattamente?

Un’ortesi non può fare nulla contro l’osteoporosi in sé. Tuttavia l’ortesi scarica le ossa colpite, contrasta le posture scorrette e stimola la muscolatura che gestisce la postura. In questo modo è possibile ridurre sensibilmente il rischio di fratture alle vertebre e alle ossa in generale, contrastando così l’insorgere dei conseguenti effetti dannosi, ad esempio sugli organi.

Dal momento che l’osteoporosi non inizia necessariamente a manifestarsi a livello della colonna vertebrale, non bisogna indossare immediatamente un’ortesi non appena effettuata la diagnosi. Tuttavia è consigliabile non aspettare che abbiano già fatto la propria comparsa le prime alterazioni della postura o le prime fratture. Quando le ossa nell’area della colonna vertebrale iniziano a indebolirsi, è necessario supportarle con un’ortesi.

A seconda della gravità e del grado di avanzamento della patologia possono essere utili ortesi diverse. La figura più qualificata per individuare quella più adatta a voi è lo specialista, con il supporto di un tecnico esperto in un negozio di ortopedia. Al fine di garantire il miglior posizionamento possibile, viene consigliato un modello adeguato, della taglia corretta e che si adatti alla perfezione al vostro corpo. Infatti solo un’ortesi regolata alla perfezione permette di ottenere il massimo in termini di risultati.

Poiché con il progredire della patologia anche la vostra struttura corporea può subire delle alterazioni, è necessario far verificare regolarmente l’ortesi, per valutare se si rende necessaria una nuova regolazione o se sia il caso di passare ad un altro modello. Anche in questo caso il vostro esperto di fiducia potrà supportarvi al meglio.

A seconda dei disturbi alla schiena, quali ad esempio osteoporosi, cifosi (gobba della vedova) o lordosi accentuata, vengono utilizzate ortesi diverse. Per scegliere quella giusta, potete consultarvi con il vostro specialista e con un tecnico ortopedico di fiducia. Nel negozio di ortopedia l’ortesi verrà adattata alla vostra struttura corporea ed in funzione del vostro problema, in modo da sfruttarne a pieno l’azione.

Spesso le ortesi vengono acquistate anche online. Tuttavia in questi casi un adattamento specifico è di particolare importanza. Solo un’ortesi posizionata in modo corretto garantisce un’elevata vestibilità ed il massimo successo della terapia. Per questo si consiglia di consultare sempre uno specialista.

L’ortesi verrà adattata in negozio da un esperto sulla base della vostra struttura corporea. L’ortesi non svolge soltanto un’azione di supporto, bensì massaggia anche alcune zone del corpo grazie a speciali componenti, attivando così la muscolatura. Per questa ragione è importante che aderisca il più possibile al corpo. Inoltre, il contatto diretto con la pelle stimola la percezione del proprio corpo, producendo un importante effetto positivo al fine di ottenere la massima efficacia. Pertanto l’ortesi deve essere indossata sempre a diretto contatto con la pelle.

Dal momento che le ortesi vanno indossate a diretto contatto con la pelle, si consiglia di lavarle regolarmente. Prima del lavaggio, rimuovere tutti i componenti in plastica o in metallo, avendo cura di annotare le regolazioni (ad esempio l’altezza del fissaggio della cinghia), così da ripristinare nuovamente la perfetta vestibilità dell’ortesi. Chiudere le chiusure in velcro e lavare l’ortesi a mano con un detergente delicato (senza ammorbidente). Infine lasciare asciugare all’aria (non su termosifoni). Il telaio può essere lavato utilizzando una spugna morbida.

Qualora doveste avere problemi a ripristinare le regolazioni dopo il lavaggio, rivolgetevi al vostro tecnico di fiducia.