Prima la brutta notizia: la gonartrosi, cioè l'artrosi del ginocchio, non è curabile. Ma la situazione non è senza speranza. Con la giusta terapia, chi ne soffre può alleviare i sintomi. Qui spieghiamo perché i farmaci non vanno bene a lungo termine; qual è l'alimentazione più indicata per chi soffre di gonartrosi e come l'esercizio fisico può aiutare ad alleviare il dolore.

Di solito si manifesta in maniera insidiosa: inizia in modo indolore e si fa sentire maggiormente dopo le pause di inattività. L'artrosi del ginocchio viene definita dagli specialisti come gonartrosi. Una volta stabilita la diagnosi, molte persone che ne soffrono si sentono finalmente sollevate: almeno sanno qual è la causa del dolore al ginocchio. Ma poi, a seconda dello stadio della gonartrosi, sarà opportuno considerare e mettere in pratica diverse opzioni di trattamento. Ciò che tutti i pazienti devono tenere a mente è che non basta alleviare il dolore. Bisogna assicurare il giusto movimento all'articolazione al fine di rallentarne l'ulteriore degenerazione.

Gli antidolorifici come eccezione; lo sport come regola contro il dolore da gonartrosi

Per ritardare o impedire un'operazione o l'utilizzo di una protesi articolare (protesi del ginocchio, anche detta in breve TEP del ginocchio), sono disponibili i cosiddetti metodi di terapia conservativa. Questi a loro volta si possono suddividere in terapia farmacologica e non farmacologica. La regola d'oro del trattamento della gonartrosi è che la combinazione di più misure è sempre la più efficace. Ad esempio, è importante abbinare un cambiamento di regime alimentare con un programma sportivo mirato.

I medicinali devono essere assunti solo per periodi limitati e con la consulenza di un medico.

Possono aiutare a ridurre il dolore favorendo così il movimento  e sono quindi spesso consigliati all'inizio di un programma sportivo leggero o di fisioterapia. Per la gonartrosi di solito si usano farmaci del gruppo degli antinfiammatori non steroidei (FANS). Si tratta di inibitori del dolore e dell'infiammazione, ma se usati in modo continuativo possono riusltare dannosi per lo stomaco e per i vasi sanguigni. I medici tendono quindi a consigliare ai pazienti affetti da gonartrosi di modificare il loro regime alimentare; di non tralasciare l'esercizio fisico e, se necessario, di alleviare lo sforzo sulle ginocchia con l'aiuto di un tutore o di una ginocchiera stabilizzante.

Qual è l'alimentazione più indicata in caso di gonartrosi?

Minor peso corporeo devono sostenere le ginocchia, meglio è. Se esiste quindi una combinazione di sovrappeso e gonartrosi, è assolutamente consigliabile ridurre il peso. Un cambiamento nella dieta può aiutare. E non è tutto: se gli alimenti che favoriscono l'infiammazione, come la carne rossa o i grassi animali nel burro, la panna o il formaggio intero, vengono consumati solo raramente, questo può già avere di per sè un effetto positivo sull'artrosi del ginocchio. Zucchero, alcool e nicotina dovrebbero rappresentare un'eccezione per i pazienti che soffrono di artrosi al ginocchio.

L'alimentazione ideale per chi soffre di gonartrosi prevede piuttosto frutta e verdura, insalate e oli vegetali, cereali e legumi, noinchè pesce (preferibilmente salmone, sgombro e aringa).


Prof. Dr. Stefan Sell

In Bewegung kommen

Una volta che il dolore al ginocchio è lì, il movimento è difficile. I medici avvertono tuttavia che in caso di gonartrosi il movimento deve essere evitato e il ginocchio non deve essere mosso. Durante la fisioterapia, i pazienti affetti da gonartrosi imparano esercizi adeguati che aiutano a ripristinare gradualmente la mobilità delle articolazioni del ginocchio e a ripristinare la funzione articolare. Allo stesso tempo, il rinforzarsi della muscolatura dona sollievo alle articolazioni e riduce il dolore.

Mentre questi esercizi vanno eseguiti con la necessaria supervisione dello specialista, nel frattempo il paziente può iniziare a muoversi da solo: può andare in bicicletta, camminare, nuotare, fare aqua-jogging e ginnastica. I giochi con la palla e gli sport di potenza risultano meno indicati perché le ginocchia devono assorbire l'impatto degli urti e sono quindi soggette ad uno sforzo supplementare. In generale comunque per le attività sportive vale sempre la regola che prima si inizia, meglio è. Lo sport in generale aiuta sempre a prevenire l'artrosi al ginocchio.

Come possono essere di aiuto i tutori le ginocchiere stabilizzanti?

Anche se l'esercizio fisico di solito aiuta contro il dolore ed il progredire della gonartrosi: ogni inizio è difficile, soprattutto quando lo sforzo fisico all'inizio fa male. I tutori di ginocchio e le ortesi stabilizzanti di Bauerfeind possono aiutarti ad essere più attivi. Donano sollievo al ginocchio dolorante, ridistribuiscono il carico e lo stabilizzano. Si indossano comodamente e sono quindi un supporto ideale per la vita quotidiana e lo sport.

Quale tutore o ginocchiera è più indicata per la gonartrosi? Nella nostra sezione consigli troverai informazioni dettagliate sui prodotti e una guida per aiutarti a trovare il prodotto giusto per te.

Sezione consigli per la gonartrosi

Tutto quello che devi sapere

Artrosi al ginocchio: quando deve essere eseguita l'operazione?

In alcuni casi, le misure terapeutiche conservative possono non essere sufficienti. Il ginocchio continua a far male e la gonartrosi progredisce. In questi casi, i pazienti non possono evitare un'operazione al ginocchio, ad esempio un'artroscopia con sostituzione della cartilagine. Se la gonartrosi è particolarmente avanzata, solo una protesi articolare artificiale può aiutare e ripristinare la mobilità delle persone colpite.