Come condurre una vita attiva nonostante l’artrosi del ginocchio, senza antidolorifici, trattamenti terapeutici e interventi chirurgici

  • Se non hai una diagnosi fai il test di autovalutazione per la gonartrosi
  • Oppure hai già ricevuto la diagnosi di artrosi del ginocchio e vuoi saperne di più?

In questa pagina troverai informazioni dettagliate sulle diverse possibilità terapeutiche e sui nostri prodotti specifici per artrosi.Per prepararti al meglio alla tua prima visita in un negozio di ortopedia scarica la lista di controllo e individua il prodotto giusto per combattere i tuoi dolori da artrosi.

Scarica la lista di controllo

Evoluzione della gonartrosi:
il prodotto giusto per ogni stadio

La gonartrosi può attraversare diversi stadi, detti anche “gradi”. L’inizio è sempre caratterizzato da una lesione cartilaginea, poi la patologia attraversa quattro livelli di gravità man mano che progredisce. E’ necessario affrontare con una diversa terapia ogni differente stadio di artrosi al ginocchio.

  • Gonartrosi di 1° grado. Nella gonartrosi di grado 1 i dolori si manifestano spesso solo sotto sforzo. Lo strato di cartilagine nell’articolazione del ginocchio diventa più morbido ma la superficie non è ancora danneggiata. In assenza di posizioni scorrette delle gambe, un prodotto indicato per questo livello di gravità iniziale è ad esempio GenuTrain A3, che stabilizza e scarica l’articolazione dolorante del ginocchio
  • Gonartrosi di 2° e 3° grado. Nella gonartrosi di 2° grado si percepisce dolore durante il movimento. A questo punto la cartilagine è chiaramente danneggiata e la cavità articolare, ovvero lo spazio tra femore e tibia, è visibilmente ridotta. Nella gonartrosi di 3° grado i dolori si manifestano addirittura a riposo. In alcuni casi, si sviluppano fratture profonde della cartilagine e una prima infiammazione articolare. Un prodotto indicato per gli stadi 2 e 3 è ad esempio GenuTrain OAche scarica e stabilizza in modo mirato le aree doloranti sul lato interno ed esterno dell’articolazione del ginocchio.
  • Gonartrosi di 4° grado. Nella gonartrosi di 4° grado le limitazioni del movimento aumentano in maniera significativa e le superfici della cartilagine sono in gran parte danneggiate. Per compensare la pressione maggiore sull’osso sottostante, si formano protuberanze ossee marginali, gli osteofiti. Alla fine, quando lo strato di cartilagine è quasi completamente usurato, le ossa sfregano l’una sull’altra quasi senza alcuna protezione. Un dispositivo medico adotto è SecuTec OA, sviluppato appositamente per pazienti con gonartrosi da intermedia a grave. Questo ortesi non solo allevia in modo efficace il dolore ma regala al ginocchio la sicurezza necessaria per muoversi in modo da favorire il processo terapeutico.

 

In presenza di  gonartrosi di grado 1, il dolore si manifesta spesso solo durante lo sforzo. Lo strato di cartilagine dell'articolazione del ginocchio diventa più sottile, ma non è ancora danneggiato in superficie. Se non c'è un disallineamento dell'asse del ginocchio, la ginocchiera GenuTrain A3, ad esempio, aiuta a contrastare il progredire della malattia. GenuTrain A3 stabilizza e allevia il dolore dell'articolazione del ginocchio.

In caso di gonartrosi di grado 2 si manifesta anche il dolore durante il movimento. La cartilagine è ora chiaramente danneggiata e lo spazio articolare, cioè lo spazio tra le ossa che compongono l'articolazione, è visibilmente ristretto. Nella gonartrosi di grado 3 il dolore è presente anche a riposo. In alcuni casi si sviluppano fratture profonde della cartilagine e un'infiammazione iniziale dell'articolazione. Un prodotto adatto alle fasi 2 e 3 è, ad esempio, GenuTrain OA. GenuTrain OA allevia e stabilizza le aree specificamente dolorose all'interno e all'esterno dell'articolazione del ginocchio.

 

In presenza di gonartrosi di grado 4, le limitazioni di movimento aumentano notevolmente e le superfici cartilaginee sono in gran parte distrutte. Per compensare la pressione notevolmente aumentata sull'osso sottostante, si formano delle creste marginali sull'osso, note anche come osteofiti. Alla fine, lo strato di cartilagine è quasi degradato e le ossa giacciono quasi senza protezione l'una sull'altra. Un aiuto adeguato è la ginocchiera stabilizzante SecuTec OA. SecuTec OA è  stata sviluppata appositamente per i pazienti con gonartrosi da moderata a grave. L'ortesi non solo allevia efficacemente il dolore, ma assicura al ginocchio la sicurezza necessaria per il movimento che favorisce la terapia.

Test di autovalutazione: soffri di gonartrosi?

Se non sei sicuro/a di soffrire di artrosi del ginocchio, il nostro test di autovalutazione può fornirti un parere preliminare. Tuttavia, per una diagnosi più accurata e affidabile, dovresti sempre consultare uno specialista.

 

Testa il tuo rischio di artrosi

 

“Il danno articolare si verifica quando le forze e i carichi esterni sono maggiori della capacità di carico individuale della cartilagine.”


Prof. Dr. med. Stefan Sell
Direttore medico Centro articolare della Foresta Nera

Utile da sapere: fattori di rischio per l’insorgenza della gonartrosi

Alcuni fattori di rischio possono favorire l’insorgenza della gonartrosi e accelerare il processo di progressione della malattia:

  1. Lesioni e patologie pregresse. Tra i fattori di rischio dell’artrosi si annoverano le lesioni generiche delle strutture articolari, causate da ripetute sollecitazioni eccessive o da un incidente. Ad esempio, le attività sportive e lavorative, che esercitano una forte pressione sull’unità articolare, possono portare all’artrosi del ginocchio. Allo stesso modo, patologie pregresse come il diabete, la gotta o l’osteonecrosi possono causare l’insorgenza di artrosi dell’articolazione del ginocchio.
  2. Obesità. Un altro fattore di rischio per l’artrosi è il sovrappeso e l’obesità. Con i dati dello studio GEDA 2010, è stato possibile osservare una correlazione lineare positiva tra l’insorgenza di artrosi del ginocchio e l’indice di massa corporea (BMI). Inoltre, diversi studi scientifici hanno riscontrato che il sovrappeso favorisce generalmente la progressione della malattia.
  3. Posizioni scorrette. Le posizioni scorrette possono favorire l’insorgenza di artrosi del ginocchio. Ad esempio, il ginocchio valgo porta all’artrosi del ginocchio sul lato esterno (artrosi da valgismo), mentre il ginocchio varo porta all’artrosi sul lato interno (artrosi da varismo). In presenza di queste posizioni scorrette, è possibile ridurre la sollecitazione meccanica correggendo la posizione dell’asse delle gambe. In questo modo è possibile ritardare il processo di artrosi.

I fattori di rischio per l'artrosi consistono nelle lesioni generali alle strutture articolari causate da un uso eccessivo e ripetuto o da un trauma. Ad esempio, le sollecitazioni sportive e lavorative che determinano una forte pressione sull'unità articolare possono portare all'osteoartrite del ginocchio. Allo stesso modo, condizioni preesistenti come il diabete, la gotta o l'osteonecrosi possono causare l'artrosi dell'articolazione del ginocchio.

 

     

 

 

 

Altri fattori di rischio per l'artrosi del ginocchio sono il sovrappeso o l'obesità. Con i dati dello studio GEDA 2010, è stato possibile osservare una relazione lineare positiva tra l'insorgenza dell'osteoartrite del ginocchio e l'indice di massa corporea (BMI). Inoltre, diversi studi scientifici hanno rilevato che il sovrappeso favorisce in generale la progressione della malattia.

L'artrosi del ginocchio può essere favorita da posizioni scorrette dell'articolazione e dai carichi di pressione che ne derivano. Il disallineamento delle gambe può portare a un'usura unilaterale. Ad esempio quando le gambe assumono una posizione arcuata verso l'esterno (gonartrosi valgo) o verso l'interno (gonartrosi varo). In presenza di tali disallineamenti, le sollecitazioni meccaniche possono essere ridotte in modo importante correggendo la posizione dell'asse del ginocchio. Questo può ritardare il processo di artrosi.

 

Informati in previsione della visita al negozio di ortopedia

Non esiste un rimedio universale per la gonartrosi. A seconda del livello di gravità che è stato diagnosticato, si può ricorrere a uno specifico tutore o ortesi. Nella scelta del prodotto giusto entrano in gioco numerosi fattori. Per questo motivo, desideriamo aiutarti al meglio in vista della tua prima visita in un negozio di ortopedia. Nella nostra lista di controllo abbiamo raccolto per te i consigli più importanti al fine di ricevere il dispositivo medico perfetto presso il rivenditore specializzato. Scarica ora la lista di controllo per prepararti al meglio alla consulenza presso il rivenditore specializzato in articoli sanitari,

Scarica la lista di controllo

 

Artrosi del ginocchio:

la ripresa di Jana

Jana ha dolore al ginocchio a causa della gonartrosi. Scopri come affronta questa situazione e come gestisce la sua vita con l’artrosi rimanendo attiva!

Conosci Jana e la sua storia

Tutori e ortesi contro il dolore alle ginocchia

Per poter contare nuovamente sulle tue ginocchia

Ne siamo certi: abbiamo il prodotto giusto per le tue esigenze. Con i nostri tutori e ortesi per le ginocchia puoi trattare dolori, patologie e lesioni delle ginocchia e tornare ad avere una vita attiva nonostante l’artrosi. 

 

Scopri i nostri prodotti

Se manca il movimento

Scarica subito Bauerfeind Therapy App sviluppata da esperti della salute e ricevi un programma di esercizi su misura pe per la tua diagnosi da praticare indossando il tuo tutore. Perché l'esercizio fisico è esattamente la cosa giusta da fare per la gonartrosi!


Scarica gratuitamente Bauerfeind Therapy App

TROVA RIVENDITORE

Chiedi consiglio in negozio!
Trova subito il rivenditore più vicino a te.

Bauerfeind.
La mia terapia per l'artosi.

Vai al tema principale